new york fifth avenue

New York city: arte, shopping e molto altro

Cosa c’è da visitare a New York city? Tutto, verrebbe da rispondere, tutto quello che può soddisfare i diversi target di visitatori.

Chi ama l’arte ha solo l’imbarazzo della scelta tra le centinaia di spazi museali che offre la Grande Mela. Solo per visitare il Metropolitan Museum, si può passare una giornata tra tutte le forme artistiche. La caratteristica dei musei americani è infatti diversa da quella dei nostri europei costruiti su un forte rapporto con il territorio; negli Usa i musei ospitano oggetti che vengono da ogni parte del mondo, e il Metropolitan ne è l’esemplare maggiore, con collezioni che riguardano tutti i periodi storici e tutte le aree del mondo. Poi c’è il Moma, il museo di arte contemporanea, con una collezione straordinaria di arte del 900. Ma a cercare c’è da sbizzarrirsi: si pensi che esiste anche un magnifico museo dei chiostri di monastero medievali: si tratta di decine di chiostri smontati in Europa e poi rimontati in America: un unicum nel mondo.

Ma chi invece desidera visitare la città per lo shopping, è capitato nel posto giusto.I più grandi grandi magazzini (a partire dal mitico Macy’s), le vie dello shopping più esclusivo intorno alla Fifth Avenue, i più rari consumi etnici sparsi per la città, ma particolarmente al Village, più negozi specializzati in elettronica e informatica (un vero paradiso a New York).

Per la gastronomia ovviamente non si deve cercare qualcosa di tipico e locale: nulla di tipico nella capitale del mondo. Ma se non si vuole provare a vedere se l’hamburger del McDonald di New York è diverso da quello sotto casa (molto improbabile) si può assaggiare di tutto e spendere qualsiasi somma, dai pochi dollari dell’Hot Dog dei baracchini agli angoli delle strade ai lussuosi ristoranti dei vip. E c’è anche una buona offerta di cibo italiano, dai fast food che offrono la pizza tranci, fino alle buone filiali dei migliori chef italiani.

Per lo spettacolo, infine, anche in questo caso c’è l’imbarazzo della scelta. A Broadway le grandi produzioni dei musical più famosi, nel Village gli spettacoli d’avanguardia, la grande musica classica alla Carnegie Hall.