attrezzature per odontoiatra

Quali sono le attrezzature di base di un odontoiatra?

Un professionista del settore per poter svolgere la propria attività lavorativa, necessita di specifiche attrezzature di base da utilizzare mentre lavora.
Alcuni di questi strumenti servono per delle precise attività e, quindi, vengono adoperati unicamente nel caso in cui sia presente una particolare malattia.
Mentre altre componenti inerenti le attrezzature di un odontoiatra, rappresentano quelle basilari che ogni esperto del settore deve avere a propria disposizione.

Il riunito odontoiatrico

Si tratta della parte fondamentale di uno studio di questo tipo, poiché intorno a esso si attua l’intera mansione lavorativa del professionista in questione.
Precisamente è composto da una poltrona utile per far sedere il paziente che dispone di una tipologia di spalliera che si può reclinare, permettendo in tal modo al dentista di poter posizionare il cliente nella posizione più adatta per l’attuazione del suo intervento dentistico.
Quest’attrezzo è suddiviso in un paio di lati: quello definito operatore dove va a mettersi il dentista, poi c’è il lato detto assistente appunto perché è dove si posiziona l’assistente dell’odontoiatra.
Sul primo lato sono posti vari generi di strumenti: la faretra contiene la turbina, i manipoli e la siringa aria/acqua. Poi ci sono collegati la pedaliera e la pulsantiera, utili per azionare e andare a regolare le diverse funzionalità.
Un altro mezzo presente da quel lato è il pratico vassoio, molto comodo per riporre sopra tutta la strumentazione manuale di cui necessita l’odontoiatra.
Per quanto concerne invece l’altro lato, gli strumenti presenti sono quello che ha il compito di aspirare la saliva del paziente, il porta-bicchiere e la sputacchiera.
In più dove si trova l’aiutante c’è anche posizionato lo schermo, visto che è l’operatore che ha bisogno di visualizzarlo mentre sta lavorando.
Oltre ciò è girato in maniera tale da risultare visibile pure a chi è seduto sulla poltrona, per consentirgli di osservare l’intera operazione a cui è sottoposto in quel momento.

Gli arnesi principali della faretra

I manipoli hanno un motore di piccole dimensioni e servono per i movimenti attuati, inclusi quelli che si effettuano durante le procedure chirurgiche.
La siringa ha una semplice funzione di pulizia e lavaggio dentario.
La turbina col suo movimento rotatorio è adoperata per tutte quelle funzionalità che richiedono un’attenzione particolarmente approfondita e precisa.

Ulteriori attrezzi odontoiatrici

Durante l’attuazione del proprio lavoro, il dentista si serve finanche di altri mezzi essenzialmente necessari: tra questi sicuramente sono incluse le pinze che sono importanti per il passaggio inerente l’estrazione di un dente.
Poi ci sono le frese e le spatole usate le prime per togliere sostanze di tipo dentale e le seconde per rilevare le impronte, oppure per mettere il materiale che si usa per otturare.

L’attrezzatura per la diagnostica

La lampada fotopolimerizzatrice è uno dei mezzi utilizzati proprio per diagnosticare per esempio le carie.
L’unità radiografica costituisce tutti quei dispositivi che si adoperano per l’analisi della cavità orale.
Poi ci sono i mezzi che si usano per ingrandire il campo di lavoro, avendo così una panoramica molto più chiara e ampliata di ciò che sta svolgendo.
Il motore chirurgico è un altro attrezzo che si usa per preparare il tessuto osseo dove si andrà poi a inserire l’impianto in titanio.
Infine ci sono il miscelatore automatico e il laser: il primo è importante per un corretto dosaggio del materiale per l’impronta.
Il secondo è essenziale per l’aspetto diagnostico, visto che è molto valido per la valutazione della presenza di carie.

I dispositivi per la protezione di genere individuale

Nell’intero lasso di tempo utilizzato per l’attuazione della propria attività lavorativa, il dentista ma anche il suo collaboratore , devono servirsi dei mezzi protettivi sia per la propria persona sia nei confronti dei pazienti.
Pertanto devono necessariamente indossare tutto ciò che possa essere utile in questo senso, ovvero l’apposita mascherina di tipo chirurgico, le lenti e i guanti.