cibo tipico lucania

Quali sono i piatti tipici lucani?

La tradizione culinaria della Basilicata è tra le più apprezzate e rispettate d’Italia, grazie ad ingredienti unici in grado di valorizzare ogni tipo di piatto.

 

Gli ampi boschi di questa regione, la selvaggina e la pasta fatta in casa rappresentano tre importanti pilastri su cui si basa tutta la cucina lucana. Quando infatti pensiamo ad un bosco, non possiamo non immaginare tante varietà di funghi in grado di dar vita a piatti davvero sorprendenti in grado di soddisfare anche i palati più esigenti.

 

La Cialledda

 

Se vi trovaste in una calda giornata dalle parti di Matera, probabilmente avvertireste nell’aria un inebriante profumo di prodotti dell’orto.

 

A Matera, infatti, come nel resto della Basilicata, uno dei piatti tipici è la famosa Cialledda. Si tratta di una pietanza fresca in grado di fornire un ottimo apporto di sali minerali durante le giornate estive e dal sapore davvero inconfondibile.

 

Si potrebbe definire come un minestrone freddo, realizzato però con prodotti tipicamente estivi come carosello e pomodori.

 

Per realizzare un’ottima cialledda è necessario tagliare a fette sottili una cipolla rossa, un carosello e qualche pomodoro.

 

L’ingrediente chiave è però il pane raffermo. Si tratta di un pane, tagliato a piccoli pezzi, che viene lasciato in ammollo per un po’ di tempo per poi essere mischiato agli ingredienti dell’orto già tagliati.

 

Una volta unito il pane alla cipolla, al carosello e ai pomodori è possibile condire il tutto con dell’ottimo olio extra vergine d’oliva e origano.

 

Primi piatti

 

La Basilicata è soprattutto famosa per i suoi primi piatti in grado di valorizzare in maniera puntigliosa il territorio, grazie ad un’attenzione particolare ai prodotti a km zero.

 

Un piatto che non manca mai nella tradizione lucana è una pasta con funghi cardoncelli e salsiccia.

 

I funghi cardoncelli, oltre che i porcini, crescono spontaneamente nei boschi lucani grazie ad una particolare composizione del terreno che rende questi territori ideali alla crescita di funghi di ogni tipo.

 

Dopo aver preparato un sugo con pomodoro e cipolla, è necessario soffriggere a parte i funghi cardoncelli, la salsiccia, il peperoncino e uno spicchio d’aglio. Unire poi il tutto all’interno del sugo preparato precedentemente.

 

Cuociamo la pasta al dente e versiamola all’interno della padella con il sugo. Una bella mescolata per amalgamare il tutto e il gioco è fatto!

 

Un tipo di pasta ideale per la buona riuscita di questo piatto è l’orecchietta, che nella maggior parte dei casi viene realizzata a mano.

 

Un altro prodotto tipicamente utilizzato in diverse preparazioni di primi piatti è il peperone crusco. Generalmente viene impiegato come crema, per condire diversi tipi di pasta, grazie al sapore deciso e caratteristico.

 

Secondi piatti

 

I secondi piatti tipicamente lucani sono quasi tutti a base di carne. Tra le carni più apprezzate c’è certamente l’agnello che viene allevato in pascoli locali. Tra i secondi piatti ricordiamo ad esempio l’agnello con patate, che vengono insaporite con l’origano conferendo il tipico sapore al piatto. L’agnello viene generalmente cotto al forno, dove conserva un sapore più deciso.

 

L’agnello inoltre può anche essere preparato in altri modi. Citiamo ad esempio le costolette di agnello cotte sulla brace o la spalla di agnello con patate e alloro.

 

Per quanto riguarda il pesce, tra i più apprezzati dalla tradizione vi è il baccalà e la seppia. Nel “baccalà alla lucana” il protagonista del piatto viene cotto lentamente in pentola con i peperoni e un cucchiaio di olio extravergine d’oliva.

 

La seppia invece viene molto spessa abbinata ad un contorno di piselli.

 

Dolci

 

Per quanto riguarda il fine pasto, in Basilicata i dolci vengono preparati secondo tradizioni antichissime.

Nel periodo natalizio sono tipiche di questo territorio le famose cartellate che vengono glassate con vincotto o miele.

Tra gli altri dolci tipici ricordiamo anche le zeppole di San Giuseppe e la torta San Mauro.