preparare uno yogurt al naturale

Come preparare uno yogurt al naturale

Uno degli spuntini più amati da bambini e adulti è lo yogurt: leggero, fresco e goloso. Si tratta di uno snack più digeribile rispetto al latte poiché presenta una minore quantità di lattosio. Inoltre, facilita l’assorbimento del calcio e del fosforo, regolarizza l’attività intestinale, stimola la flora batterica e aumenta le difese immunitarie grazie all’azione antibiotica. In commercio si trovano yogurt per tutti i gusti, ma perché non mettersi alla prova e prepararlo in casa? Per cominciare è consigliabile provare a preparare uno yogurt al naturale.

Come preparare uno yogurt al naturale in quattro passaggi

Lo yogurt naturale non richiede molti ingredienti, sono sufficienti un litro di latte fresco intero e una bustina di fermenti liofilizzati. Ecco gli step per preparare lo yogurt:
-scaldare il latte in una pentola a un temperatura tra i 38° e i 46°. Non bisogna sottovalutare l’importanza della giusta temperatura, poiché è proprio grazie al calore che parte la fermentazione, tuttavia se è eccessivo uccide i batteri. Per non correre rischio è meglio usare un termometro da cucina;
-unire al latte i fermenti lattici e amalgamare senza lasciare grumi. È necessario continuare a monitorare la temperatura, così da far fermentare il composto. In base alla cremosità si devono far trascorrere dalle 6 alle 12 ore. Si consiglia quindi di conservarlo all’interno di un thermos oppure nel forno appena tiepido;
-conclusa la fase di fermentazione, il composto va setacciato con il colino per togliere i grumi del coagulo;
-dividere in vasetti e metterli in frigo. Nel momento in cui si ripongono i vasetti al freddo si blocca la fermentazione.
Quando si vuole consumare lo yogurt naturale homemade è possibile gustarlo senza aggiungere nulla oppure aromatizzarlo inserendo della frutta fresca di stagione, della frutta secca, come mandorle o nocciole, cereali e fiocchi di avena, gocce di cioccolato, uvetta e miele.

Preparare uno yogurt naturale in casa con la yogurtiera

Un altro modo per preparare uno yogurt al naturale prevede l’utilizzo della yogurtiera, un elettrodomestico di piccole dimensioni e dal costo non eccessivo. La produzione dello yogurt è ancora più semplice poiché è la yogurtiera stessa a mantenere la temperatura costante grazie all’apposito timer. In questo modo si ottiene uno yogurt molto cremoso e non troppo acidulo. I modelli in commercio sono molteplici: dalle yogurtiere a singolo contenitore a quelle con piccoli scomparti, in ognuno c’è lo spazio per un vasetto da 100-150 ml, fino alle yogurtiere a caraffa. A seconda del budget e della quantità di yogurt che si prevede di produrre si possono scegliere prodotti più o meno performanti. La preparazione è molto semplice:
-prendere un litro di latte a temperatura ambiente e mescolarlo con un vasetto di yogurt intero (anch’esso a temperatura ambiente) che funge da starter. In alternativa si possono usare le bustine di fermenti lattici;
-mescolare il latte così da non creare grumi e versare il composto nei contenitori della yogurtiera. Se i recipienti sono singoli, non andranno coperti singolarmente, ma sarà necessario tappare l’intero dispositivo utilizzando il coperchio in dotazione;
-avviare il programma da 8 ore;
-attendere che lo yogurt al naturale fatto in casa si raffreddi;
-trasferire i vasetti in frigorifero. Di solito, prima di consumare lo yogurt è consigliabile attendere almeno 6 ore.