ascensore esterno distanze legali

Ascensore esterno distanze legali

L’ascensore esterno ha distanze legali da rispettare per essere installato a norma di legge e non essere di impedimento ad altri residenti del condominio o ai vicini di casa in caso di abitazioni unifamiliari o bifamiliari.

L’ascensore ha delle distanze legali come abbiamo detto nel precedente paragrafo e riguardano principalmente la distanza ascensore da finestre, porte, diritto di veduta e la volumetria.

In questo articolo cerco di spiegarti l’ascensore esterno e le distanze legali nel 2020, ma se hai qualche dubbio o hai bisogno di un sopralluogo ti consiglio di avvalerti degli specialisti del settore ascensoristico di Ascensoristi.com (il link per raggiungere il portale http://ascensoristi.com/).

Distanza minima ascensore da finestre

Il problema dell’installazione esterna di un ascensore in edificio su più piani (condominio solitamente) prima o poi si presenta poiché i residenti invecchiano e spesso la messa in opera di un ascensore è l’alternativa preferita rispetto ad un impianto specifico per l’abbattimento delle barriere architettoniche come montascale e servoscale.
Questo comporta l’attuazione delle verifiche e specifiche delle distanze legali che ogni ascensore esterno deve rispettare per la tutela delle persone non proprietarie dell’elevatore.

Il discorso cambia se si tratta di un ascensore esterno installato come impianto per disabili. La Cassazione, per impianti di questo tipo, ha deliberato che il bisogno di disabili e anziani con problemi motori, hanno la precedenza su ogni diritto degli altri condomini o vicini di avere una bella vista dalle finestre.
Unico vincolo in questo caso riguarda la struttura dell’edificio.
L’edificio su cui viene installato contiguo l’ascensore non deve subire danni o interventi che possano danneggiare la struttura condominiale.

Ascensore esterno distanza da porta

L’ascensore installato all’esterno del condominio deve garantire la distanza minima dalle porte di ingresso delle unità abitative come vale anche quando l’elevatore viene montato all’interno dell’edificio, magari ricavando lo spazio necessario dal taglio di scale o all’interno della tromba.
la distanza minima da rispettare è di 1,5 metri che in alcuni casi possono sembrare pochi ma ti ricordo che l’indipendenza di disabili e anziani ha la priorità sul diritto del residente di non avere l’ascensore a un passo dall’uso di casa.

Se hai un problema di questo tipo è inutile portare la discussione davanti l’amministratore di condominio o in tribunale, in quanto, come già detto, la legge prevede una distanza minima di 1.5 metri e rispettato tale vincolo, l’ascensore è installato correttamente secondo le normative vigenti.
Devi sapere che le spese da sostenere per la manutenzione ordinaria e straordinaria rimangono invariate e non hai alcun supplemento da pagare per avere le porte dell’ascensore adiacenti alla tua porta di casa.

Ascensore esterno volumetria

L’ascensore esterno ha una volumetria da rispettare.
Ciò significa che non può essere sfruttata una terra non appartenente al condominio per effettuare l’installazione.
In parole semplici, non puoi appropriarti del terreno del tuo vicino o del Comune per effettuare la messa in opera.
In questo caso ci sono diverse soluzioni che possono essere prese in considerazione a seconda della tipologia di palazzina, la metratura e la dimensione richiesta per l’ascensore.
Spesso, per non effettuare interventi che possono ledere la struttura dell’edificio, si cerca di mettersi d’accordo con il proprietario della terra dove i vuole completare la messa in opera e e chiedere una compravendita per una piccola porzione di terra.

Se stai pensando di installare l’ascensore in condominio o in casa non sei te che devi pensare a come procedere.
Il portale, Ascensoristi.com di cui ti ho parlato in precedenza, ti permette di trovare un’azienda specifica per le tue esigenze e in grado di accollarsi tutto il lavoro necessario compreso i permessi e le pratiche che servono per le messe in opera.
inoltre, con il sopralluogo, i tecnici ascensoristi possono trovare delle soluzioni alternative a cui non avevi pensato.
Quindi non preoccuparti e affidati a dei professionisti del settore.