Come si applica lo smalto semipermanente

Lo smalto semipermanente vi permette di evitare finalmente di impazzire dietro a smalti che hanno una tenuta molto breve: rappresenta un tipo di manicure pratico e duraturo, con dei prezzi abbordabili. Se volete, potreste addirittura realizzarlo da sole, in modo da riuscire a risparmiare senza dover rinunciare allo stile. Applicare lo smalto semipermanente non è affatto facile ma con un po’ di pratica e magari l’aiuto di un’amica potreste riuscire nell’impresa!

Lo smalto semipermanente viene realizzato grazie all’utilizzo di gel per unghie con un prodotto che è fotoindurente e permette di dare maggiore forza, ricostruendo l’unghia dove manca. È possibile utilizzare lo smalto semipermanente sulle unghie naturali, oppure sulle unghie che vengono ricostruite con utilizzo di tips.

Se pensate di realizzare presso il vostro domicilio lo smalto semipermanente, allora dovete comprare dello smalto per unghie in gel che sia di qualità e poi dovete avere a disposizione un fornetto con lampada a raggi ultravioletti ed un gel di base che funga come si fissante primario, oltre ad un gel invece, che si sente secondario che servirà nella fase ultima del vostro manicure.

Ad avere un ruolo cruciale anche l’igiene e per questo si consiglia di comprare un prodotto che sia igienizzante che servirà a rimuovere lo smalto in eccesso, ma non si può utilizzare il classico acetone: infatti, sarà necessario acquistare un solvente specifico che aiuterà per la realizzazione e la correzione degli smalti semipermanenti.

Questa spesa riuscirà a raggiungere quasi 50 euro, però garantirebbe più applicazioni mentre invece, il costo di una professionista, potrebbe variare dai 15 fino ai 50 euro per una singola applicazione, senza doversi preoccupare però né della tecnica da utilizzare, né tanto meno delle nuance da applicare.

La procedura per applicare lo smalto semipermanente viene più o meno suddivisa in diverse fasi dove si applicano, innanzitutto, le due basi e poi lo smalto. Solo successivamente si fissa il colore riscaldando il tutto con l’effetto della lampada a raggi ultravioletti.

Il primo step è di pulire sempre l’unghia dalle cuticole in poi, successivamente, si va con l’operazione attraverso l’utilizzo di una limetta di tipo gessato che serve a rimuovere la polvere in eccesso che si trova sul letto ungueale.

La fase successiva è quello di applicare una base trasparente e poi iniziare a fare attivare il tutto con la lampada ultravioletta fino alla stesura del colore di smalto in gel e la fase finale con l’applicazione del top coat, ovvero il fissante.

Dopo aver ottenuto la polimerizzazione con utilizzo della lampada UV, si dovrà ripulire l’unghia dallo smalto in eccesso, e poi successivamente, si potrà procedere distribuendo le cuticole con l’olio per renderle più morbide. Lo smalto semipermanente potrebbe durare dalle 2 alle 3 settimane.