Influencer: in cosa consiste il loro lavoro?

Al giorno d’oggi possiamo dire che molti dei lavori che venivano fatti fino anche a pochi decenni fa sono scomparsi, o per meglio dire si sono “spostati” oppure ne sono nati di nuovi.

È il caso ad esempio dell’influencer, ovvero colui che guadagna propagandando prodotti per mezzo di brand ed aziende. In effetti la parola anglofona “influencer” significa proprio influenzare ed in questo caso l’influenza è rivolta al gruppo di persone che seguono un dato “opinion leader” che è dotato di un certo carisma, accompagnato da persuasione e coinvolgimento.

I luoghi in cui opera sono ovviamente digitali e riguardano vari social network come Facebook, Twitter, Youtube ed Instagram. In effetti tutto ciò che si costruisce un influencer nel web riguarda un ambito specifico diventando un vero e proprio faro per i suoi seguaci interessati ad un certo settore che può essere l’elettronica, la moda o lo sport.

In sostanza quindi un influencer pubblica in maniera regolare dei contenuti che ritiene di qualità sul proprio profilo interagendo in alcuni casi con i propri follower e alle loro richieste che solitamente vengono inviate nell’apposita sezione “commenti”.

Chiaramente per ogni tipo di settore l’influencer prende un nome diverso: se si parla di cibo allora avremo un esempio di food influencer, nel caso di moda si chiamerà fashion influencer, poi travel influencer per chi tratta di viaggi e così via.

Chiaramente il suo lavoro ha contenuti originali, per questo non si tratta di un’attività da improvvisare, bensì c’è una grande preparazione alle spalle, attuando strategie e piani di pubblicazione per rendere al meglio i frutti del proprio lavoro.

Per prima cosa decide gli argomenti da utilizzare nel post e utilizza i migliori tipi di contenuto anche in base al tema trattato, come per esempio un’immagine oppure una frase ad effetto. Successivamente crea il contenuto che consiste in articoli, video o foto per poi decidere il momento in cui pubblicare il tutto.

Fatto ciò l’influencer analizza i vari fattori che comportano la pubblicazione dei suoi contenuti: il numero di like, le visualizzazioni e i commenti.

Ciò serve a valutare l’impatto che ha creato la strategia scelta e fare in modo da migliorarla. Una delle domande che ci poniamo è come sia possibile che un influencer possa indirizzare un pubblico più o meno ampio verso un particolare marchio, e la risposta sta nel fatto che non si tratta di una vera e propria pubblicità, ma assomiglia di più ad un passaparola molto ampio fatto con i propri followers che hanno interessi affini e per questo tendono a fidarsi dei suoi consigli.

Per quanto riguarda il modo in cui riesce a guadagnare, possiamo affermare che l’influencer viene pagato in base al numero di post che sono sponsorizzati, alle commissioni di prodotti che sono stati venduti e grazie anche al numero di visualizzazioni e like.

Sono ovviamente poche le persone che possono guadagnare in questo modo e con cifre adatte a soddisfare una vita decente, proprio perché si tratta di una professione instabile che necessita anche una certa quantità di fortuna.