Maggior tutela o mercato libero?

L’introduzione del mercato libero dell’energia elettrica e del gas è avvenuta parecchi anni fa; tuttavia, assieme alle tariffe del mercato libero, coesistono quelle del mercato di maggior tutela i cui i prezzi sono decisi dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) ed aggiornati ogni tre mesi. Meglio il regime di maggior tutela o mercato libero? Questa è la domanda che molti gli utenti del mercato energetico italiano si pongono.

È più conveniente il servizio Maggior tutela o mercato libero

Il regime tariffario di maggior tutela prevede delle tariffe uniche, una per la luce e una per il gas, fissate dall’ARERA, in base all’andamento dei mercati effettuando variazioni trimestrali proprio per adeguarsi al meglio ai costi di mercato. In questo caso, il consumatore non sceglie a quale fornitore affidarsi ma si attiene a tutte le condizioni di vendita e distribuzione dell’energia elettrica stabilità dall’Autorità. Ma da luglio 2019 le cose cambieranno, infatti ci sarà l’abolizione del servizio di maggior tutela, ovvero avverrà il completo passaggio al mercato libero dell’energia. Ciò significa che i clienti in maggior tutela non potranno più pagare la luce ed il gas al prezzo del tutelato, ma dovranno scegliere un fornitore del libero mercato.

 

Maggior tutela o Mercato libero, come scegliere

Il mercato libero prevede una concorrenza tra i fornitori di energia elettrica con una tutela per i consumatori da parte dell’ARERA. Se si opta per il mercato libero è possibile decidere di stipulare diversi tipi di contratti, a seconda delle proprie esigenze e, soprattutto, a seconda dei propri consumi. Bisogna comunque ricordare che, anche quando si prende in considerazione la liberalizzazione del mercato, è sempre presente un controllo da parte dell’Autorità dell’Energia e dell’Antitrust, che garantisce la corretta gestione dei prezzi da parte delle aziende private.

 

Meglio il regime di maggior tutela o mercato libero?

Dopo aver prospettato le caratteristiche di questi due regimi è dunque arrivato il momento di capire se è meglio il regime di maggior tutela o mercato libero. Partendo dal presupposto che entro il 2019 passeremo tutti quanti al libero mercato, ci sono diversi vantaggi di quest’ultimo che non passano inosservati. Nel libero mercato sono presenti più fornitori e quindi una maggiore vastità di offerte che possono farti risparmiare un bel po’ di soldi in bolletta. Potrai scegliere tra tariffe monorarie biorarie e in certi casi anche triorarie e inoltre hai la possibilità di usufruire di energia verde, cioè proveniente da fonti rinnovabili. In definitiva, non esiste un’offerta più conveniente in assoluto, ma quella più conveniente per te in base ai tuoi consumi.