Esercizi per i pettorali

Avere pettorali possenti risulta essere il sogno di ogni uomo.
Pettorali ben definiti e braccia grosse, uniti ad un buon six pack (l’addome in vista), in genere, è il motivo per cui gli uomini iniziano la palestra.

Ma quali sono gli esercizi migliori per i pettorali?

Panca piana
Il re indiscusso degli esercizi per i pettorali sembrerebbe essere la panca piana. La motivazione è semplice: permette di caricare veramente tanto peso, e nonostante sia un multi-articolare, se ben eseguito, può dare molta enfasi ai pettorali. Inoltre verranno coinvolte anche le braccia (in particolare spalle e tricipiti), il che non dispiace.
Panca inclinata
I pettorali non sono costituiti da un singolo muscolo, e soprattutto hanno diverse inserzioni. Per questo motivo, per stimolare la parte alta del petto, è necessario agire con un’inclinazione più o meno ampia. Si consiglia in genere un grado di inclinazione di 30 gradi, ma si è visto che cambia ben poco rispetto alla panca piana. Molte ricerche confermano che l’inclinazione dovrebbe essere di circa 40-45 gradi per avere un’attivazione ottimale del pettorale alto. In questo caso bisogna concentrarsi maggiormente sull’attivazione del pettorale, in quanto è facile dare maggiore enfasi al deltoide anteriore o addirittura al tricipite. Un’altra ricerca, inoltre, ha mostrato come si possa attivare maggiormente il pettorale alto stringendo la presa (senza esagerare però, altrimenti risulterà un esercizio quasi esclusivamente per tricipiti).Croci
Che siano in panca piana o che siano nella panca inclinata, o ancora ai cavi, le croci rappresentano un ottimo esercizio di allungamento per il pettorale. I carichi saranno minori, è vero, ma permetteràdi concentrarsi moltissimo sul rom (range of movement) dell’esercizio e permetterà inoltre di attivare in maniera ottimale il gran pettorale.

Spinte su panca
Le spinte su panca sono un ottimo esercizio per attivare il petto con alti carichi. Possono essere effettuate con panca piana o con panca inclinata, e permettono di compensare eventuali differenze fra il lato destro e sinistro del corpo. Infatti il peso sarà uguale per le due braccia, ma a differenza della panca piana con bilanciere (dove possiamo permetterci di avere differenze di forza tra il lato destro e sinistro, in quanto il bilanciere si alzerà comunque, anche se inclinato), un lato più debole non ci permetterà di alzare lo stesso peso del lato più forte.

Dip alle parallele
Anch’esso ottimo esercizio multiarticolare, permetterà di spremere il petto col peso del nostro corpo (o con eventuali zavorre). Ma attenzione a chi ha problemi con la spalla: potrebbe non essere consigliato in questi casi!

Per qualsiasi altro suggerimento consultare il sito alla pagina apposita degli esercizi pettorali