Cosa visitare a Viterbo

Viterbo è una città molto vicina alla capitale, ma purtroppo dal punto di vista turistico non è tanto conosciuta.

Ciononostante basterebbero anche soltanto un paio di giorni per riuscire a visitare con tranquillità la cosiddetta “Città dei Papi”.

Viterbo è così definita perché tra il “1257” ed il “1281” rappresentò l’alloggio dei “Pontefici” in sostituzione di “Roma”.

E proprio lì ha avuto il punto di partenza il ben noto “Conclave”.

Fu appunto proprio in quella città che, per rendere più rapida la preferenza elettiva, gli “aspiranti Papi” vennero tenuti in disparte e chiusi fino alla scelta finale.

 

Le maggiori attrattive viterbesi

 

Viterbo è una splendente città che per grandissima percentuale di “patrimonio storico, artistico e culturale”, può ritenersi a tutti gli effetti un vero e proprio “museo” a cielo aperto.

La piazza più considerevole di questa città è certamente quella di “San Lorenzo” con il “Palazzo dei Papi”.

Il “Palazzo dei Priori” ha caratteristiche essenzialmente “rinascimentali”.

Si può entrare a visitarlo gratuitamente e si può anche avere la fortuna di trovare una guida appassionata del suo lavoro, che quindi vi illustrerà le particolarità viterbesi con entusiasmo e competenza.

Così man mano che vi andrà a mostrare i meravigliosi “affreschi” delle varie “sale”, al contempo vi andrà a descrivere le peculiarità della città.

Una delle ragioni che rendono Viterbo nota in tutto il globo è la “Macchina di Santa Rosa”, una delle più grandi “macchine votive” che vengono trasportate “a spalla” durante le “Processioni” da addirittura 100 uomini.

Ciò costituisce uno degli eventi più affascinanti che i visitatori dovrebbero vedere.

Nell’arco di “5 anni” viene realizzata una nuova “macchina” e a Viterbo c’è un “Museo” alquanto piccolo dove si può entrare gratis per aver modo di ammirare le illustrazioni di tutte le precedenti “macchine” utilizzate durante le varie Processioni”.

Spesso coloro che vanno a visitare questa città così interessante, non sono a conoscenza dell’esistenza di una città “sotterranea”.

Di questa si possono vedere soltanto gli iniziali “150 metri”, mentre tutto il resto è vietato essendo “privato”.

Ci si può entrare tramite un esercizio commerciale che si trova in “Piazza della “Morte”.

Coloro che visiteranno questi percorsi scavati nella “roccia” avranno pure la possibilità di assaporare un assaggio di squisiti prodotti caratteristici di Viterbo.

Gli esperti che vi guideranno in questa città sotterranea programmano pure delle guide lungo i percorsi più caratteristici della città.

Guide che son notevolmente apprezzate prettamente nella zona più antica di Viterbo.Un aspetto in più per suscitare interessamento da parte dei “turisti”.

Il “Duomo” che si affaccia sulla meravigliosa piazza inizialmente aveva delle decorazioni bellissime; poi in un secondo tempo è stato modificato con un aspetto notevolmente più rigoroso.

A Viterbo ci sono due Chiese molto conosciute: la “Chiesa di Santa Rosa” e la “Chiesa di Santa Maria della Quercia”.

Nella prima attualmente c’è la possibilità di poter vedere il corpo di “Santa Rosa” ospitato nella “Chiesa” a lei dedicata.

La seconda si trova al di fuori della zona più vecchia di Viterbo ed è rinomata per un racconto tradizionale che la avvolge in un’atmosfera incantevole.

Si racconta che nel “1400” venne affrescata la figura della “Madonna ” con “Gesù Bambino” sopra una “tegola” appesa ad una “quercia”.

Un “cavaliere” che stava scappando dall’attacco dei suoi “nemici”, si fermò di fronte a quel dipinto mettendosi in ginocchio.

Ciò gli procurò l’invisibilità e la conseguente salvezza.

Ecco perché la “Chiesa/Santuario” è stata costruita in quella zona.

Viterbo offre anche dei momenti di enorme rilassamento e di svago, grazie alla presenza delle “Terme dei Papi”.

Potrete rilassarvi con un piacevolissimo bagno nella enorme piscina che ha la temperatura variabile dell’acqua.

Inoltre, è aperta pure il sabato e di sera.

 

Il fascino di Viterbo

 

Questa città “medioevale” è circondata da mura ed è caratterizzata da un fascino particolarissimo.

Se quindi vi capiterà di passare in zona o se volete visitare un luogo insolitamente seducente, soffermatevi in questa città facendovi coinvolgere dalle sue ammalianti bellezze sia monumentali che sotterranee.

Sicuramente ve ne ripartirete con un bellissimo ricordo che vi farà rimanere Viterbo nel cuore.