Processi di saldatura principali

Ci son 5 principali processi di saldatura ovviamente con un utilizzo diverso. Ma come si può definire la saldatura e perché è importante conoscerne i campi d’applicazione? Postulando che la saldatura è una particolare tecnica di giunzione e che quindi da luogo all’unione permanente (o almeno così dovrebbe essere) di sue pezzi metallici, sia con supporto di materiale che senza. Il risultato della saldatura si chiama giunto saldato e la sua tipologia varia a seconda della posizione in cui si trova. Ma quanti tipi di saldature esistono, o meglio quanti processi di saldature esistono? Ce ne sono diversi, vediamo di capire a cosa servono.

Processi di saldatura, quali sono i principali

Le saldature possono essere autogene o eterogene. Quelle autogene possono avvenire per fusione, quindi con plasma, con laser, a fascio di elettroni o per fusione alluminotermica, oppure per pressione, quindi con resistenza elettrica, allo stato solido, sia per punti, a rulli. a scintillio, per attrito. a ultrasuoni, o esplosione. Le saldature eterogenee, invece, possono essere saldobrasature, brasature dolci o brasature forti.

Le saldature ad arco, arco a ciclo corto, per isolamento, vengono usate principalmente nella costruzione di veicoli nell’industria automobilistica.

Perni filettati

I perni filettati sono perni a saldare, ovvero dei sistemi di fissaggio resistenti e a tenuta stagna. Questi, dopo essere stati inseriti nel loro foro, vengono saldati tramite posa alla cieca. Questi perni sono realizzati, solitamente, in acciaio con rivestimento galvanico o in rame o in acciaio inox, ma anche, eventualmente e solitamente su richiesta, anche in alluminio e ottone.

Questa particolare tipologia di perni è utilizzata per lo più in tipi di saldature a scarica di condensatori. Inoltre, se il filetto è rullato a freddo si avrà un prodotto più resistente, con una minore rugosità e più resistente anche alla corrosione. Il montaggio, inoltre, non necessita di accessibilità  da ambo i lati della lamiera, ma va bene anche una posa alla cieca.

Nautica e marina

perni a saldareLe nuove tecnologie hanno consentito la realizzazione di di rivetti filettati in acciaio inox RIVIKLEINOX AISI 316. Questi sono inserti filettati che sono in grado di resistere perfettamente alla corrosione e proprio per questa loro caratteristica sono idonei a essere utilizzati in tipi di assemblaggio particolari quali la nautica, quindi per scafi, motori offshore, ma anche per ponti.

Inoltre, questo inserto filettante viene utilizzato anche in ambienti quali piscine con acqua calda, ma anche impianti chimici e bagni, proprio perché sono assolutamente resistenti e a tenuta stagna. Resistenti al cloruro  a soluzioni acide, sono arricchiti con rame.