Come creare degli spot pubblicitari efficaci

Quella di chi realizza spot pubblicitari è tra le attività più difficili ed insidiose nel campo della creatività.

In una manciata di secondi bisogna convincere il consumatore che quel determinato prodotto è il migliore della sua categoria, e che non sono neanche immaginabili scelte alternative.

Lo spot pubblicitario deve quindi avere l’efficacia come suo ‘trend’ assoluto.

Tutto questo è certamente fattibile, ma per creare degli spot veramente efficaci ed incisivi ci sono degli ingredienti dai quali non si può assolutamente derogare.

Non si crea uno spot pubblicitario efficace senza un budget adeguato

 

Il commercio può dare grandi gratificazioni a livello economico, ma dall’altro lato della medaglia ci sono delle circostanze che rendono l’impresa piuttosto onerosa da mantenere.

Quali che siano gli oneri, il dato oggettivo ed indiscutibile è che se si vuole realizzare uno spot degno di questo nome bisogna effettuare degli investimenti considerevoli.

L’ideale è entrare nell’ordine di idee che il budget destinato al marketing e alla pubblicità è un budget di cui si rientrerà in possesso con tutti gli interessi in un secondo momento.

Se l’investitore principale dell’azienda farà suo questo concetto, è più probabile che le cose vadano nel verso giusto.

Non basta, in ogni caso, mettere insieme questo budget.

Bisogna avere le idee ben chiare su come investirlo precisamente.

Agenzie di marketing ed altro

 

Le agenzie pubblicitarie e di marketing sono le uniche a possedere determinate competenze per realizzare uno spot pubblicitario efficace.

La mossa ideale è quella di fare un giro di ricerca sul web per individuare un’agenzia tra quelle in attività da più tempo.

A parità di competenza, indubbiamente, l’esperienza è quella che permette allo spot pubblicitario di fare un decisivo salto di qualità.

Di solito l’agenzia mette a disposizione tutti gli specialisti del settore per ogni aspetto dello spot: videomaker, esperti di statistica e di marketing, storytellers.

Tutto questo perché nessun dettaglio dev’essere lasciato al caso, dal jingle pubblicitario fino al colore della camicia del figurante.

Lo spot pubblicitario concentra tutta una serie di elementi che deve rimandare alla società che vende il prodotto e al prodotto stesso.

Dunque anche lo spot pubblicitario dev’essere concepito come un film in miniatura, con la propria mini-storia e gli attori protagonisti.

Di qui la necessità di disporre dell’esperto di ‘storytelling’, che di solito è il copywriter.

A dire la verità ci sarebbe anche l’eventuale ‘ciliegina sulla torta’, quell’ingrediente che farebbe fare un balzo allo spot pubblicitario.

Ma questo dipende soprattutto dall’entità del budget di cui si dispone.

Divi o comparse?

 

Se l’azienda che deve pubblicizzare lo spot ha un fatturato ridotto, delle comparse procurate da un’agenzia di spettacolo andranno più che bene.

Una grande azienda, invece, ha il dovere di puntare su un grande nome per il proprio spot pubblicitario.

Il fatto di vedere un attore famoso o un calciatore nello spot di un prodotto lavora nella mente della persona in modo più profondo, più viscerale.

Nella maggior parte dei casi l’immagine della persona famosa è vincente; dunque, di riflesso, diventa vincente anche il prodotto che questa pubblicizza.