Smaltimento legno: costi trasporto e smaltimento

In questa era di risveglio di coscienza ambientale sempre più si parla di riciclo o smaltimento corretto dei materiali come soluzione per salvaguardare il nostro prezioso pianeta.

Di tutti i materiali che vengono utilizzati nel nostro sistema commerciale innegabilmente il legno è considerato uno dei più ecosostenibili e versatili, in quanto può essere utilizzato e trasformato a più riprese.

Alcuni prodotti ben conosciuti che derivano dal riciclo del legno sono i pannelli di compensato utilizzati per creare mobili o rivestimenti, o la segatura che viene usata per creare i pellet, in altre parole, combustibile per le stufe domestiche.

Innazitutto doveroso è ricordare alcuni degli oggetti più comuni costituiti da questo materiale e largamente utilizzati sia da privati che da aziende:bancali, bobine per cavi elettrici, casse da frutta, mobili, potature, casse da imballaggio, pallets, pedane, travi, assi etc.

Smaltimento

 

Ricordiamo che smaltirlo correttamente significa dare una mano al nostro pianeta, infatti nonostante sia un materiale naturale ha un notevole impatto ambientale.

Due sono i motivi principali, prima di tutto la decomposizione del legno, lasciato sul terreno, porta a una considerevole produzione di anidride carbonica responsabile tra le altre cose del tanto conclamato dell’effetto serra.

L’anidride carbonica si trova come congelata all’interno delle fibre legnose per questo riutilizzando legno riciclato dai rifiuti evitiamo di disperdere l’anidride carbonica contenuta in esse.

Inoltre i rifiuti legnosi ingombrano le discariche la cui superficie è spesso limitata, occupando spazio ad altri rifiuti che non possono essere riciclati in altra maniera.

Trasporto

 

Per quanto riguarda il trasporto, i privati possono usufruire del servizio di raccolta domiciliare entro certi volumi, oppure possono portare i rifiuti legnosi nei vari centri raccolta dislocati sul territorio, per avere ulteriori e più specifiche informazioni basta contattare il gestore di zona.

Per quanto riguarda le aziende, che spesso hanno volumi superiori, possono anch’esse conttatare i vari centri raccolta o rivolgersi a piattaforme convenzionate.

Alcune di queste piattaforme affiancano le municipalizzate o i comuni ritirando il materiale direttamente nei centri di raccolta, in alternativa offrono servizi di ritiro direttamente in azienda o con installazione di container di varie dimensioni presso l’azienda stessa con ritiri periodici da concordare.

 

Costi

 

Molto spesso lo smaltimento del suddetto materiale per i privati nei centri di racconta è già incluso nelle imposte per i rifiuti che i cittadini pagano, per informazioni più specifiche al riguardo occorre contattare il gestore di zona o il comune.

Per quanto riguarda le imprese i costi variano in base alla tipologia di materiale legnoso e alla quantità degli stessi, in linea generale questi prezzi sono da concordare con il gestore di zona o con l’azienda selezionata per lo smaltimento.

Si possono richiedere gratuitamente preventivi contattando direttamente le aziende, sia i numeri di telefono che relativi indirizzi mail si trovano nei numerosi e dettagliati siti web che illustrano servizi e attività delle aziende in questione.

Molte sono le soluzioni personalizzate a disposizione dei clienti.

Che sia un piccolo gesto compiuto da un privato o un grande gesto compiuto da un’azienda tutti possono fare qualcosa per preservare le risorse del nostro pianeta.

 

Fonte: dgeco.it