L’età giusta per scegliere il proprio ramo scolastico

Il momento della scelta del percorso scolastico da intraprendere dopo la scuola secondaria di primo grado è sicuramente uno dei momenti più importanti e difficili per uno studente, e il fatto di coincidere con l’ingresso nell’età dell’adolescenza può portare ulteriore senso di smarrimento o di inadeguatezza di fronte alla scelta da compiere.

A CHE ETA’ E’ CORRETTO SCEGLIERE IL PROPRIO RAMO SCOLASTICO?

Tredici anni sono abbastanza per mettere in gioco il proprio percorso formativo? Esiste un’ età giusta per scegliere il proprio ramo scolastico?
E’ quasi impossibile rispondere con certezza a questa domanda poiché molto dipende dal grado di maturità raggiunto dal singolo individuo: la scelta fatta a tredici anni potrebbe rivelarsi appropriata per qualcuno, viceversa, potrebbe dimostrarsi sbagliata anche dopo aver iniziato a frequentare.
Ma come è possibile dare supporto a uno studente che si accinge a scegliere il proprio ramo di studi senza influenzarlo troppo? In modo discreto un adulto può guidare la scelta di uno studente affinché il ramo scolastico e il percorso formativo scelti consentano di partire con entusiasmo e procedere negli studi con soddisfazione e serenità.

SCEGLIERE LA SCUOLA SUPERIORE: COSA FARE E COSA EVITARE

AMICI SI’, NO, NI’
A tredici anni, quando si è appena terminata la cosiddetta scuola media, a molti viene spontaneo scegliere il ramo scolastico successivo in base al numero di amici che frequenterà il medesimo percorso, ma è bene non utilizzare gli amici come unico criterio di scelta perché nel corso degli anni successivi si creeranno nuovi legami e nuove amicizie.

OPEN DAY E RELAZIONI SOCIALI
Partecipare agli open day è un ottimo strumento di valutazione, consente allo studente di calarsi nella realtà della scuola osservando cosa viene offerto nel piano formativo e quali sono le offerte extra curricolari; ma non solo, se all’open day ci sarà un elevato numero di studenti che già frequentano vorrà dire che viene data molta importanza al tessuto relazionale. Un open day svolto unicamente in presenza di docenti svela solo il volto istituzionale e non quello umano.

SCELTA, NON IMPOSIZIONE
Nonostante tredici anni non siano molti per scegliere in maniera consapevole il proprio ramo scolastico, è fondamentale però che un genitore non sia troppo impositivo o al contrario troppo permissivo, e soprattutto è necessario che sia consapevole che non può e non deve sostituirsi al figlio nella scelta. Può guidarla, può dare spunti di riflessione, ma non può compiere una scelta senza tener conto di ciò che il figlio vorrebbe fare.
A tal proposito, per poter dare il massimo sostegno in questa delicata fase, può essere utile e importante ascoltare i consigli orientativi dei docenti della scuola secondaria di primo grado perché potrebbero dare un quadro chiaro e completo delle conoscenze e delle competenze acquisite dallo studente fino a quel momento.